Attacco Hacker ai danni di una collega

Attento ma non troppo il comportamento della collega di FANO.
Singolare la coincidenza del tentativo di hackeraggio compiuto ai danni dell’avvocato Donatella Catenacci, subito stoppato ma per la quale tuttavia la seccatura non è stata di poco conto. Proprio nel giorno in cui la Camera ha approvato la legge che definisce il reato di revenge porn (minaccia per vendetta e ricatto sessuale) relativo alla diffusione di immagini o video privati sessualmente espliciti senza il consenso della persona interessata, un hacker si è introdotto nel sito dell’avvocato appropriandosi delle sue liste: sicuramente dell’indirizzo di un suo cliente.
L’hacker ha contattato l’ignaro cliente e gli ha intimato di spedirgli dei soldi, altrimenti avrebbe pubblicato su web e piattaforme social delle foto intime; il tutto ovviamente all’insaputa della stessa Catenacci che, appena appreso del tentativo di furto della sua password, ha subito presentato denuncia alla polizia postale. Il comportamento criminoso del pirata informatico ha innalzato il livello di attenzione della collega che da oggi si è affidata ad un gruppo esperto per la protezione dei dati personali dei propri assistiti.

Info:assistenzalegalecalvo@gmail.com